Alex Rins scatterà domani dalla terza posizione in griglia di partenza per il Gran Premio di Teruel. Un ottimo risultato per lo spagnolo della Suzuki, mai particolarmente competitivo in qualifica nei precedenti round stagionali, ma sempre a proprio agio in gara. 

Una prestazione che, a detta anche dello spagnolo, non è stata soltanto merito suo: "Devo essere sincero: il merito è anche della scia di Quartararo, che sono riuscito a sfruttare al meglio tirando fuori un ottimo giro. Comunque sono contento e credo di avere anche un ottimo ritmo per la gara, che però probabilmente sarà diversa da quella della scorsa settimana. Partendo davanti, proverò a stressare meno le gomme per arrivare negli ultimi giri con più margine".

"Abbiamo in mente due strategie diverse"


Parlando delle possibili tattiche da adottare in gara ai microfoni di Sky Sport, Alex ha dichiarato di avere più idee: "Per domani ci sono due possibili strategie. Se ci riuscirò, proverò a restare in testa ed imporre il mio ritmo alla gara, ma se ciò non sarà possibile cercherò di risparmiare la gomma per gli ultimi giri. Sicuramente Morbidelli e Nakagami saranno molto veloci".

Sulle possibilità di vincere il titolo, invece, lo spagnolo ha le idee chiare: "E' un campionato strano, ma per restare in lotta per il mondiale l'unico risultato possibile è il primo posto in tutte le gare rimanenti, o comunque salire sul podio. Ne restano quattro, so che sarà dura ma bisogna essere costanti".

MotoGP, quando rientra Marc Marquez? Per Bradl non in questa stagione