Quale pista più bella ove festeggiare il titolo mondiale? Portimao meravigliao per Albert Arenas, tra pochi giorni - 11 dicembre - ai suoi 24 anni di età, oggi al primo allora di carriera, quello Moto3, classe in cui il pilota del team Aspar ha vinto sei Gran Premi iridati dagli inizi all'attuale presente.

In una corsa in cui aveva tutto da perdere, poiché leader ed esposto a rischi incredibili, lo spagnolo di Girona ha saputo sgomitare in bagarre, mantenendo i nervi saldi: "Si tratta di un weekend incredibile per me - le parole del neo campione del mondo - per un finale di stagione veramente teso, al limite. Oggi sono partito per guidare bene e divertirmi, nei primi giri di gara era così. Poi, sono emersi i problemi".

Le noie patite dalla KTM numero 75 sono da riferirsi alla coperture: "Infatti, ho avuto problemi alla gomma posteriore - conferma - che scivolava parecchio. Nel frattempo, sono arrivati anche gli altri piloti... Io ho spnto al massimo, credo che abbiamo dato tutti spettacolo".

Grande show nell'Algarve, in un tracciato simile ad un luna park: "Ho affrontato un ultimo giro durissimo - continua - ma, mentre gli altri non avevano niente da perdere, io dovevo invece rimanere concentrato. Gli avversari mettevano le ruote dappertutto, sono contento di essere rimasto sempre al vertice".

Franco Morbidelli diventa vice iridato MotoGP se...