Honda guarda avanti facendo non uno, ma due passi alla volta. Dal 2012 Honda CRF250L ha dimostrato le sue qualità di dual-purpose e, dal 2017, a farle compagnia nel segmento, è arrivata anche CRF 250 Rally. Il 2021 regalerà agli appassionati del Marchio le versioni aggiornate di entrambe le enduro: più cc di cilindrata, meno peso, più potenza. Ecco Honda CRF300L e CRF 300 Rally.

Propulsore Euro 5 da 286 cc

Il nuovo motore è un monocilindrico da 286 cc, doppio albero a 4 valvole raffreddato a liquido, con omologazione Euro 5; scarica a terra 27,3 Cv a 8.500 giri/min con una coppia massima di 26,6 Nm a 6.500 giri/min: più potenza, rispetto ai 24,8 Cv e 22,6 Nm del vecchio propulsore, che è stato aggiornato anche nella distribuzione e nei sistemi di aspirazione e scarico. I rapporti del cambio sono diversi, più corti tra 1° e 5°, mentre la sesta è più lunga in modo da permettere trasferimenti più rilassati e confortevoli. Frizione assistita e antisaltellamento, per scalate veloci senza perdite di aderenza.

MotoWeek Talk: Novità 2021, le moto della prossima stagione

Più leggera che mai

La ciclistica si alleggerisce con un telaio riprogettato con semi-doppia culla in acciaio, forcellone e piastra inferiore di sterzo in alluminio: in totale il peso è 4 kg in meno. Altre notevoli modifiche riguardano il bilanciamento della rigidità, con una maggiore flessibilità laterale che permette un controllo più agevole. Le sospensioni aumentano in escursione, +10 mm all’anteriore e +20 mm dietro per la CRF300L, +10 ant/post per la 300 Rally, per una maggiore luce a terra per entrambi i modelli.  

Agili anche in sella

CRF300L si rifà il trucco, presentandosi più slanciata con il nuovo serbatoio da 7,8 lt e il nuovo cruscotto LCD. II manubrio è stato arretrato e le pedane più basse, con la sella che si spinge in su fino a 880 mm: la posizione di guida è più agevole a basse velocità. La Rally ha una sella invece più bassa della versione precedente: 885 mm, dieci in meno del passato. Serbatoio più capiente, 12,8 lt, per un’autonomia di 400 km e un consumo medio di oltre 32 km/l. Per una guida migliore lavorano i pesi interni al manubrio che riducono le vibrazioni e le pedane rivestite.

Le nuove Honda CRF aumentano l’efficienza della loro stessa natura di dual-sport: leggere, maneggevoli, affidabili sia per la guida sportiva che per le gite del weekend o i sentieri off-road.

Motosprint The Test di Riccardo Piergentili: Honda CRF1100L Africa Twin Adventure Sports DCT VIDEO