La tre giorni alle porte sul tracciato di Jerez (12 – 14 aprile) non sarà solo l’occasione per vedere Andrea Dovizioso in sella all’Aprilia RS-GP, ma anche per assistere all’ultimo test pre stagionale della MotoE, che proprio sul tracciato andaluso darà il via alla propria stagione domenica 2 maggio, in occasione del quarto weekend stagionale della MotoGP.

Tutti presenti, con Granado nel mirino


In pista troveremo tutti e 18 i piloti iscritti alla campionato 2021, compreso Mattia Casadei, assente agli ultimi test svolti (proprio a Jerez) a causa di un infortunio, ma ora completamente ristabilito e pronto a preparare al meglio la sua stagione.

Analizzando quanto accaduto negli ultimi test l’uomo copertina è senza dubbio Eric Granado, capace di risultare il migliore della tre giorni grazie al crono di 1’47”553, solo 30 millesimi meglio del principale rivale Dominique Aegerter, brillante sia in sella all’Energica del team Dynavolt che in sella alla Yamaha R6 del team Ten Kate, in quel dei test Supersport di Barcellona.

Occhi puntati poi sul campione in carica Jordi Torres, veloce soprattutto nel day 3 degli scorsi test, sul campione 2020 Matteo Ferrari e sul debuttante terribile Fermin Aldeguer: il ragazzo di Murcia ha impressionato sin dal primo giorno in sella all’Energica del team Aspar, riuscendo a chiudere i primi test di Jerez addirittura quarto.

Non mancano gli azzurri


Test importanti ovviamente anche per gli altri italiani presenti oltre a Casadei e Ferrari. Molto veloce nei primi test e pronto a confermarsi è Alessandro Zaccone, già a Jerez per disputare la prima tappa dell’ESBK, dove ieri ha conquistato la terza piazza in Gara1. Pronti invece a macinare chilometri utili i due debuttanti Kevin Zannoni ed Andrea Mantovani, rispettivamente portacolori dei team LCR e Gresini.

Non mancheranno infine le novità tecniche, in parte già esibite nei primi test di Jerez. Le più importanti riguardano le nuove gomme portate da Michelin, nello specifico una nuova anteriore e due nuove mescole posteriori, e l’unità mobile di ricarica, che nei test alle porte i team potranno provare nella sua versione definitiva.

MotoE, Zannoni: “Non è facile adattarsi al peso di queste moto”