MotoE, test Jerez: Aegerter domina la prima giornata, 8° Zaccone

MotoE, test Jerez: Aegerter domina la prima giornata, 8° Zaccone© Circuito de Jerez

Lo svizzero del team Dynavolt relega a mezzo secondo Tulovic, seguito da Pons. 4° Granado davanti a Torres, 9° Ferrari con caduta, 13° Casadei, in fondo alla classifica Mantovani e Zannoni

Si è chiusa in quel di Jerez la prima delle tre giornate di test per la MotoE, che rappresentato l’ultimo avamposto per piloti e team prima di iniziare a fare sul serio. Il day 1 in terra andalusa ha un protagonista più che chiaro, ossia lo svizzero Dominique Aegerter, che dopo aver smesso i panni del pilota Supersport è tornato ad indossare ottimamente quelli del pilota MotoE.

1’47”873 il tempo del portacolori del team Dynavolt, capace nella classifica combinata di giornata di rifilare circa mezzo secondo a Lukas Tulovic, balzato in seconda piazza con un’ottima ultima sessione. Completa l’ipotetica prima fila Miquel Pons, fresco nuovo acquisto del team Forward per Portimao ma in forza al team LCR.

Zaccone il primo azzurro


A pochi millesimi dallo spagnolo ecco Eric Granado, seguito dal campione in carica Jordi Torres, a circa sette decimi dalla vetta e non particolarmente rapido nella sessione del tardo pomeriggio. Positiva quinta piazza per il rookie spagnolo Fermin Aldeguer, che precede il giapponese Ikari Okubo. Il primo azzurro in classifica occupa l’ottava piazza e porta il nome di Alessandro Zaccone, che è anche il primo pilota ad incassare più di un secondo da Aegerter.

Il romagnolo precede il conterraneo Matteo Ferrari, autore di una caduta senza conseguenze nelle prime battute della seconda sessione, mentre Xavier Cardelus chiude la top ten in sella all’Energica del team Esponsorama. Più attardati infine gli altri italiani: il rientrante Mattia Casadei ha chiuso il day 1 in 13° piazza (+1.701), mentre Andrea Mantovani e Kevin Zannoni hanno conquistato rispettivamente la 16° e 17° posizione, a più di due secondo da Aegerter. Domani ancora tutti in pista, per la seconda delle tre giornate in programma.

MotoGP Portogallo: per KTM è l'ora del riscatto... e della vittoria

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi