Ultima giornata di test per la MotoE in quel di Jerez, con il forte vento grande protagonista, tanto da spingere alcuni team a scendere in pista solo in alcune delle tre sessioni previste per la giornata. Nonostante la variabile meteorologica non cambiano i protagonisti, in gradi di rimpallarsi il nuovo record della pista: parliamo di Eric Granado e Dominique Aegerter, con il primo che lascia la Spagna con il primato.

1’47”065 il crono del brasiliano, fatto registrare nella terza ed ultima sessione di giornata, nonché un decimo circa più veloce del miglior giro messo a segno (nella sessione di metà giornata) dallo svizzero. La terza piazza è occupata un po’ a sorpresa da Xavier Cardelus, seguito dal primo degli azzurri ossia Alessandro Zaccone, distante sei decimi dalla vetta in sella alla sua Energica del team Pramac.

Qualche difficoltà per Ferrari


Quinto è il giovane spagnolo Fermin Aldeguer, seguito dal campione in carica Jordi Torres, a otto decimi da Granado, e dall’altro connazionale Miquel Pons, portacolori del team LCR. Ottavo è Lukas Tulovic, primo pilota ad incassare un secondo dalla vetta, mentre occorre uscire dalla top ten per trovare gli altri italiani in classifica.

Mattia Casadei chiude infatti il day 3 in 11° posizione, davanti ad un Matteo Ferrari meno brillante del solito, considerato il suo status di ex campione della categoria: oltre il secondo e mezzo il ritardo del riminese, non particolarmente aiutato dal già citato forte vento presente in Andalusia. Più attardati infine Andrea Mantovani e Kevin Zannoni, rispettivamente 15° e 16° nel loro secondo test in assoluto in sella ad una MotoE. Prossimo appuntamento per il campionato elettrico domenica 2 maggio, quando si spegnerà il primo semaforo della stagione.

MotoGP, Dovizioso: “Ho ancora la mentalità da pilota, ma non penso al futuro”