A Le Mans, si sa, il tempo è molto ballerino e può capitare lo scroscio d’acqua da un momento all’altro. E così è stato. La pioggia ha fatto slittare l’inizio della E-Pole della MotoE in attesa che le condizioni permettessero ai piloti di scendere in pista.

Quella che doveva essere una Superpole, è stata modificata in un turno unico di qualifica da 12 minuti, ripresa dopo l’iniziale bandiera rossa per lo scroscio d’acqua sceso sul tracciato Bugatti di Le Mans.

Nelle prime battute è del turno è successo praticamente di tutto. Miglior giro di Aegerter in 2’03”4, 2 decimi più veloce di Granado. Tulovic finisce a terra alla curva 3 nel suo secondo giro, seguito a poca distanza da Yonny Hernandez. Il colombiano ha poi chiuso in P9 la sua qualifica.

Granado migliora il tempo dello svizzero ma poi cade anche lui alla curva 3 senza peraltro riuscire più a ripartire. La qualifica, orfana di Tulovic, Hernandez e del brasiliano prosegue con Pons ed Aegerter a darsi battaglia a suon di giri veloci.

E mentre Pons scende a 1’58”3 ed Aegerter prova a migliorare il tempo dello spagnolo riuscendoci, davanti allo svizzero cade Casadei proprio all’ultima curva. Il tempo di Aegerter viene in un primo momento convalidato e lo svizzero va al parco chiuso a festeggiare la sua E-Pole. Sembra cosa fatta con Pons ed Okubo in prima fila e Zaccone migliore degli italiani in seconda fila con il quarto tempo.

A causa però delle varie cadute, alcuni giri vengono cancellati. Tra questi c’è quello del poleman Dominique Aegerter che viene retrocesso. Granado “eredita” la E-Pole dallo svizzero. Retrocesso anche Hikari Okubo mentre Miquel Pons mantiene la sua seconda posizione. Iwema e Pires hanno visto i loro giri cancellati per aver ecceduto il numero di giri consentito.

La classifica ufficiale