MotoGP Aragòn, Vinales: “Rispetto al test di Misano, sono stato calmo”

MotoGP Aragòn, Vinales: “Rispetto al test di Misano, sono stato calmo”© Milagro

Maverick è al debutto con l'Aprilia: "In questo weekend non punto a niente, se non ad accumulare esperienza in sella alla RS-GP, veramente diversa dalla Yamaha in frenata"

10 settembre

Inutile negare quanto è come Maverick Vinales avesse gli occhi puntato addosso, a lui ed alla moto guidata nelle prove libere della MotoGP di Aragòn. Il catalano, lasciata malamente Yamaha, ha trovato in Aprilia una nuova sfida professionale, guidandola per la prima volta al Motorland.

Ed ecco le sue considerazioni, a seguito del diciannovesimo tempo finale: "Direi che sia andata abbastanza bene - il suo bilancio - anche se è stato difficile girare con la stessa velocità in ogni settore della pista. Ho sbagliato il tentativo di time attack, però posso e possiamo fare bene. Tra il primo ed il secondo turno abbiamo visto evoluzioni interessanti".

Aleix Espargarò sostiene che "Top Gun" abbia lavorato bene, in virtu di un tracciato che offriva poco grip: "Chiaro, l'aderenza conta parecchio - ammette, paragonando il weekend in atto alla uscita di Misano - ma comunque, qui me la sono presa con più calma. Era facile commettere errori ed altrettanto dura migliorare i tempi sul giro. Nei test facevo dieci giri, montavo le gomme nuove, poi uscivo per altre dieci tornate. Oggi, invece, ho migliorato dopo aver montato due volte coperture fresche".

Obiettivi? Nessuno, se non imparare


Con quale ritmo gira Maverick? Nella sua testa c'è un ideal time: "Intorno al minuto e 48 secondi - sostiene - penso che sia quello il mio passo gara". E poi, l'Aprilia in cosa differisce dalla Yamaha? Soprattutto in una fase delicata: "Mi devo abituare alle esigenze richieste dalla RS-GP in staccata, che sono molto diverse da quelle della M1. La frenata è così differente, si può imprimere un maggior sforzo sulla leva, e mi ci devo abituare. Dove si deve far scorrere la moto, sono veloce, ma in staccata devo migliorare".

Adesso non resta che sapere a cosa miri Vinny nel weekend del Motorland:  "Non punto a niente - sorprende e sorride - voglio solo imparare più cose possibile e accumulare tanta esperienza in sella. Chiaro è che se continuo così, domenica posso fare qualcosa di bello".

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi