Team Asia: confermata la line up Moto2, rivoluzionata quella Moto3

Team Asia: confermata la line up Moto2, rivoluzionata quella Moto3© Honda Team Asia

La squadra per i talenti asiatici capitanata da Hiroshi Aoyama ha reso noti i nomi dei piloti che correranno nel 2022: nella classe intermedia restano Ogura e Chantra, mentre nella categoria leggera arrivano Aji e Furusato

E' già tempo di pensare al 2022 per l'Honda Team Asia, che ha annunciato i propri piloti per la prossima stagione sia per quanto riguarda il mondiale Moto2, sia la Moto3. A difendere i colori della squadra capitanata da Hiroshi Aoyama nella classe intermedia saranno, proprio come quest'anno, il giapponese Ai Ogura ed il thailandese Somkiat Chantra, entrambi ancora giovanissimi ma dal buon potenziale.

Ogura, in arrivo da un 2020 in cui ha lottato per il mondiale in Moto3, ha stupito tutti all'esordio confermandosi come uno dei migliori prospetti provenienti dal Paese del Sol Levante, mentre Chantra sta proseguendo la propria crescita nel Motomondiale e disputerà nel 2022 il suo quarto anno nella categoria in cui è approdato direttamente dal CEV Moto3.  

MotoGP, diplopia: cos’è il disturbo che ha fermato ancora Marc Marquez?

Aji e Furusato al via in Moto3


Se in Moto2 la coppia di piloti sarà la medesima di quest'anno, in Moto3 cambierà totalmente. Nel 2022 ci saranno infatti l'indoensiano Mario Suryo Aji ed il giovanissimo giapponese Taiyo Furusato, con il primo che ha già avuto modo di correre come wild card a Misano salvo poi infortunarsi prima di Portimao e dover così rimandare alla prossima stagione il proprio ritorno nel mondiale, correndoci in pianta stabile.

Diverso il discorso per Furusato, in arrivo addirittura dalla Asia Talent Cup: il giovanissimo giapponese ha dominato tutte le gare fino ad ora disputate del monomarca Honda (con le sole gare in Indonesia ancora da svolgere) ed è poi passato da metà stagione alla Red Bull Rookies Cup in sostituzione di un pilota infortunato andando addirittura a vincere all'esordio al Mugello. Seppur con ancora poca esperienza a livello internazionale, Taiyo è stato scelto anche e soprattutto per poter contare su di lui in un progetto a lungo termine, senza dover aspettare i 18 anni d'età obbligatori per debuttare nel mondiale dal 2023.

ASBK: Josh Hook wild card al The Bend, ci sarà anche Jack Miller?

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi