Dalla famiglia Gardner ai Roberts: padri e figli sul tetto del mondo

Dalla famiglia Gardner ai Roberts: padri e figli sul tetto del mondo

Con la conquista de titolo in Moto2, Remy ha ripetuto l'impresa compiuta da papà Wayne in 500, ma non è la prima famiglia a riuscirci: ecco quali altri campioni delle due ruote hanno trionfato seguendo le orme del padre

Al termine di una lunga stagione ricca di lotte interne con il compagno di squadra Raul Fernandez, a Valencia Remy Gardner è riuscito a laurearsi campione del mondo della Moto2 per una manciata di punti sul rivale. Il pilota australiano ha vissuto un 2021 da grande protagonista con i colori del team Ajo, vincendo cinque Gran Premio e salendo sul podio in altre sette occasioni, conquistando anche la piena fiducia di KTM, con cui passerà in MotoGP nella prossima annata.

Quella di Remy è un'impresa importante anche e soprattutto per il cognome, visto che è riuscito a vincere il titolo proprio come accadde a suo padre Wayne nel 1987 (motivo per cui utilizza il numero 87 in gara). All'epoca Gardner conquistò il titolo nella classe 500 con sette vittorie, ma i due australiani non sono i primi a raggiungere questo traguardo condiviso tra padre e figlio.

Loris Capirossi: "Le 500 sono ancora le regine, vorrei guidare di nuovo la mia Honda"

Roberts ed Everts, sulle orme dei padri


Restando nel contesto del Motomondiale, la prima famiglia a riuscire in questa impresa è stata quella dei Roberts: papà Kenny ha infatti conquistato tre titoli mondiali consecutivi in 500 tra il 1978 ed il 1980, mentre Kenny Roberts Junior è salito sul tetto del mondo nella medesima categoria a distanza di vent'anni, quando nel 2000 trionfò sulla Suzuki restando l'ultimo pilota iridato con la Suzuki tra i prototipi fino allo scorso anno, in cui Joan Mir riuscì nella stessa impresa in MotoGP con la GSX-RR.

Passando all'off-road, un'altra famiglia vincente è quella degli Everts, con il padre Harry, quattro volte campione del mondo tra gli anni '70 e l'inizio degli anni '80, e il figlio Stefan, diventato una vera e propria leggenda del motociclismo con i suoi dieci titoli iridati ottenuti tra gli anni '90 e il 2007, anno del proprio ritiro dalle corse. Il pilota belga è stato inoltre il primo pilota a vincere il mondiale con tutte e quattro le Case giappionesi, prima di ricoprire il ruolo di responsabile sportivo del settore motocross per KTM. Quella degli Everts potrebbe diventare addirittura la prima famiglia a laurearsi campionessa con tre diverse generazioni, visto che il prossimo anno il giovanissimo Liam (figlio di Stefan) esordirà in MX2.

SBK, Fogarty: "Non mi divertivo così dalla lotta tra Edwards e Bayliss"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi