Douglas – Valentino Rossi e Giacomo Agostini sono stati in visita all’Isola di Man per il Topurist Trophy. Ma non si è trattata di una semplice gita, bensì i due assi delle due ruote hanno compiuto quello che è stato definito il “Lapo of Gods”, ovvero il giro degli dei. Valentino, in sella ad una Yamaha R1 e Ago, con una MV F312 RR, hanno percorso un giro del mitico circuito dell’Isola di Man e celebrato i primi vincitori delle gare di lunedì; John McGuinness (Superbike) e Dave Molyneux (Sidecar).

Ho grande stima e rispetto per i piloti che corrono qui, - ha detto Valentino - ho sempre seguito il TT e visto un sacco di DVD di questa corsa leggendaria, ma assistere dal vivo è tutta un’altra cosa: incredibile come passino tra le case a velocità altissima. Credo che il lavoro che sta svolgendo Dainese per la sicurezza con l’airbag sia molto importante per la Moto GP, ho già avuto modo di testare il sistema in prova, ma sono sicuro che lo sviluppo più importante sia per la versione stradale, su circuiti dove il tracciato è tutto un saliscendi…

Entusiasta anche Agostini: “anche dopo tanti anni è sempre un'emozione unica percorrere questo circuito, bellissimo poter tornare sull'Isola di Man”.

La bellezza e il fascino del TT sta proprio nel tracciato – ha detto Lino Dainese, capo dell’omonimo gruppo, che supporta il TT - credo che ciascun pilota almeno una volta nella vita debba venire qui a vedere dal vivo. Abbiamo messo tutto l'impegno per poter fare qualcosa di concreto assieme all'organizzazione del TT per implementare la sicurezza, crediamo veramente che sia importante dispiegare tutti i mezzi a disposizione per rendere più sicura questa gara, che non lo sarà mai al 100%, ma sicuramente tanto si può e si deve ancora fare".

Guarda le foto di Rossi e Agostini al TT