Il Team Ducati affronta una stagione completamente nuova in MotoGP. A partire dall’arrivo di Luigi Dall’Igna nel ruolo di Direttore Generale di Ducati Corse, oltre all’ingresso in squadra del pilota britannico Cal Crutchlow al fianco di Andrea Dovizioso, alla sua seconda stagione con la Ducati. Il principale obiettivo di questa prima parte della stagione rimane quello di proseguire nello sviluppo della nuova Desmosedici GP14, dopo la scelta della Casa bolognese della sola configurazione Open. Andrea Dovizioso: “Sono molto soddisfatto di come sono andati i test invernali perché siamo riusciti a migliorare più del previsto. Ora la GP14 è più gestibile e siamo riusciti, facendo qualche modifica alla moto, a girare con dei tempi decisamente interessanti. Il circuito di Losail è molto particolare, anche a causa del vento che spesso porta sabbia sulla pista, e inoltre si corre di notte. E’ un tracciato lungo e veloce e sarà interessante vedere come andiamo con la nostra nuova moto. Sono fiducioso di poter essere veloce sul giro secco anche perché lo scorso anno sono riuscito a girare forte nelle qualifiche. Forse la gara sarà un po’ più difficile delle prove ma credo che a Losail potremo essere abbastanza competitivi, e sicuramente abbiamo diminuito il gap rispetto all’anno scorso.” Cal Crutchlow: “Sto per iniziare la mia quarta stagione in MotoGP e la prima come pilota ufficiale Ducati, e quindi non vedo l’ora di salire sulla mia moto fra pochi giorni e cominciare la nuova avventura. Credo che la gara del Qatar ci potrebbe essere abbastanza favorevole: la squadra ha davvero fatto un ottimo lavoro questo inverno e abbiamo registrato notevoli progressi da quando sono salito sulla Desmosedici per la prima volta a novembre. Forse in Qatar saremo leggermente svantaggiati rispetto ai team che hanno fatto dei test su questa pista, ma in ogni caso il nostro impegno sarà al 100%. Ho avuto tanto da fare in questi ultimi tre mesi e a gennaio mi sono anche sposato con Lucy, ma adesso che sta per iniziare la nuova stagione non mi ci vorrà molto per trovare il giusto ritmo. Non vedo l’ora di cominciare!”