Dopo la gara di apertura in Qatar, il Ducati Team è adesso in partenza per gli Stati Uniti per il secondo appuntamento del Campionato Mondiale MotoGP in programma questo weekend sul Circuit of The Americas, il tracciato texano nei pressi di Austin, entrato a far parte del calendario MotoGP solo dodici mesi fa. I due piloti del Ducati Team hanno iniziato la stagione MotoGP a Losail rispettivamente con un quinto e un sesto posto. Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow sono anche stati impegnati la scorsa settimana in due giorni di test a Jerez e, nonostante il maltempo, hanno potuto comunque verificare il funzionamento dell’elettronica ‘full-factory’ installata sulle loro Desmosedici GP14 dopo la gara del Qatar. “Dobbiamo ritenerci abbastanza soddisfatti - ha spiegato il Dovi - visto che siamo riusciti a dimezzare il distacco dai primi in Qatar confermando i miglioramenti che avevamo ottenuto nei test invernali. Sappiamo però di avere ancora tanto lavoro da fare e credo che alcune delle prossime piste saranno difficili per noi, a cominciare da quella texana di Austin. Però è un circuito che mi piace molto per le sue caratteristiche e non vedo l’ora di scendere in pista nel weekend”. E Cal Crutchlow: “Andiamo con fiducia ad Austin, perché è una pista dove lo scorso anno sono riuscito ad ottenere un buon risultato. Era un circuito nuovo per me e sono arrivato quarto, per cui spero di riuscire ad essere competitivo su questa pista anche con la mia GP14. I ragazzi del mio team hanno davvero lavorato al massimo in Qatar, dopo le mie scivolate e, nonostante il problema elettronico che abbiamo avuto, è stato senz’altro positivo aver terminato la gara al sesto posto.”