Valentino Rossi e Jorge Lorenzo affrontano il prossimo GP Austin, in programma questo finesettimana, con spirito molto diverso. Valentino è reduce da una buona prima prova: in Qatar ha lottato testa a testa con Marc Marquez, terminando secondo. Lorenzo invece non ha mai ingranato la marcia giusta per tutto il finesettimana, e la caduta in gara, che gli costa uno zero in classifica, rende tutto complicato. “Non vedo l’ora di essere a Austin, specialmente dopo il Qatar - ha spiegato Valentino - la stagione è cominciata bene, ma adesso abbiamo bisogno di confermare il buoni risultati. Lo scorso anno a Austin ho corso una gara tra le peggiori (ha concluso sesto), quest’anno dobbiamo dimostrare di poter essere competitivi ovunque e che siamo davvero sulla strada giusta”.  Lorenzo l’anno scorso in Texas è salito sul podio, terzo posto. “Dopo un disastro come il Qatar adesso non vedo l’ora di correre a Austin perché ho proprio bisogno di un  buon risultato. E questa è una delle migliori piste per noi. L’anno scorso abbiamo avuto difficoltà ad adattare la moto alla conformazione della pista e alla mancanza di aderenza, ma alla fine abbiamo ottenuto un buon risultato, a tre secondi dal vincitore (Marquez). Quest’anno abbiamo migliorato la moto con il nuovo cambio seamless ed anche il telaio è buono”.