Per la Ducati il GP di Jerez segnerà il ritorno di Cal Crutchlow in sella alla Desmosedici GP14 dopo una gara d’assenza. Il pilota britannico, che si era infortunato durante la gara di Austin procurandosi una sublussazione del mignolo destro e anche una micro-frattura alla stessa mano, aveva dovuto saltare l’ultima gara in Argentina. Per accelerare il suo recupero, Crutchlow ha trascorso questi ultimi giorni a casa, nell’Isola di Man, cercando con l’aiuto della camera iperbarica di essere pronto per la gara spagnola. “La mano destra sta migliorando ogni giorno, ma ho ancora un po’ di dolore e sicuramente per me sarà difficile guidare questo weekend”. Pensi di potercela fare a correre? “ Vedrò com’è la situazione nelle prime prove di venerdì e cercherò di fare del mio meglio. Sicuramente il tracciato di Jerez non è uno dei migliori per rientrare dopo il mio incidente, perché è davvero una pista molto impegnativa. Detto questo, è anche un circuito fantastico con un tifo incredibile, e per quanto mi riguarda non vedo l’ora di tornare in pista con la mia squadra e risalire sulla mia moto.” Dura guardare le gare in TV? “È... strano. Credo sia stata la prima volta che mi succedeva e non è stato piacevole. Ma la mano mi fa davvero molto male, sarà dura anche qui. Valuterò dopo due prove, non voglio essere un pericolo per me e per altri. Se non posso correre non correrò. Ora mi pare di avere abbastanza potenza per frenare ma vedrò domani”.