Al Mugello, Marc Marquez ha conquistato la sesta vittoria su altrettante gare disputate nel mondiale MotoGP di quest'anno. "Questa volta mi sono divertito solo sul traguardo - racconta - perché fino a quel momento ero molto concentrato sulla gara. Il corpo a corpo con Lorenzo è stato impegnativo, perché c’erano dei punti in cui lui era molto forte. Abbiamo avuto anche un piccolo contatto, e questo mi ha fatto pensare che dovevo fare ancora più attenzione". Poi spiega la mossa vincente. "Abbiamo messo una sesta marcia più lunga proprio in previsione dei sorpassi sul rettilineo, e ha funzionato. Quando mi hanno segnalato che Valentino era terzo mi sono preoccupato. Poi ho visto che potevo mantenere un buon passo e sono andato a prendere Lorenzo". Qualche problema anche per lui c'è stato. "Da metà gara l’anteriore si muoveva, ma non era un problema di gomma: il fatto è che eravamo al limite. Qui le Yamaha sono molto forti e per batterle devi dare il 100%, che è esattamente quello che ho fatto. Quindi ero al limite con tutto, non solo con le gomme!". Sei gare, sei vittorie. "E’ un inizio di stagione sorprendente, è vero, ma siamo soltanto alla sesta gara e dobbiamo mantenere la stessa mentalità per tutta la stagione e cercare di vincere altre gare". La prossima gara, il GP Catalunya del 15 giugno, è la sua gara di casa. E naturalmente... "Puntiamo alla vittoria".