La Suzuki, che tornerà nella MotoGP nel 2015, passerà tre giorni in pista al Montmelò. “Resteremo da lunedì a mercoledì - ha spiegato il Team manager Davide Brivio - e sarà interessante soprattutto il primo giorno. Lunedì infatti saremo insieme alle altre squadre della MotoGP, quindi potremo valutare a che livello siamo”. Sperando nel tempo buono. “Ultimamente non siamo stati molto fortunati con il meteo. Siamo andati in giro per il mondo, da Phillip Island all'Argentina,  in cerca di condizioni buone e... non le abbiamo quasi mai trovate”. La Suzuki è al centro del gossip per quanto riguarda il mercato piloti. La moto è ora nelle mani del collaudatore Randy De Puniet, ma per la prossima stagione non ci sono ancora nomi. Andrea Iannone, per esempio, ha detto chiaramente nella conferenza stampa del giovedì, al circuito di Montmelò, di aver ricevuto un’offerta dalla Suzuki. Ne dovremmo prendere sette o otto, stando ad ascoltare tutte le chiacchiere! Diciamo che stiamo valutando diverse opzioni. Nomi? A parte i due ufficiali Yamaha e i due ufficiali Honda, che quasi certamente resteranno dove sono (Marquez è già stato confermato) gli altri ci interessano tutti”. Se non fa nomi, Brivio traccia comunque dei profili. “ Cerchiamo un giovane promettente e un pilota più esperto nello sviluppo. Stiamo parlando con diversi piloti. Cerchiamo qualcuno che creda in questo progetto, che abbia voglia di impegnarsi e che non si abbatta per qualche inevitabile piccola difficoltà iniziale”.