Sul circuito di Montmelò i piloti spagnoli cercheranno di dire la loro, come del resto è sempre stato anche negli anni passati. E hanno cominciato fin dalle qualifiche, con Pedrosa, Lorenzo e Marquez capaci di monopolizzare i primi tre posti in griglia di partenza. Dani Pedrosa è stato capace di interrompere la striscia vincente di Marquez, conquistando la sua prima pole stagionale, e confermandosi anche quest'anno il più veloce in prova sul circuito di Catalunya, dove era scattato al palo anche nel 2013. Sono piloti di casa anche gli autori della pole di Moto2, Esteve Rabat, e della Moto3 Alex Marquez (nella foto con il fratello Marc). «E' stato difficile ritrovare la pole position ma è stato molto bello», ha detto Dani Pedrosa. «Questa volta ho potuto spingere perché avevo un ottimo feeling. Bisognerà partire bene e cercare di guadagnare primi giri. L'anno scorso ci siamo  trovati tutti a lottare davanti fino all'ultimo, potrebbe essere una situazione simile anche domani. Senz'altro la partenza con tre spagnoli in prima fila qui nel GP di casa sarà speciale. E' bello sentire il calore della tifoseria. Io correrò con il casco del mio fan Club». «Dopo il Mugello ero curioso di vedere che miglioramento avremmo fatto», ha aggiunto Jorge Lorenzo, autore del secondo tempo e lo scorso anno vincitore a Montmelò. «Avremmo dovuto lavore un po' di più soprattutto in accelerazione, ma in frenata la moto risponde molto bene,  infatti abbiamo migliorato di mezzo secondo rispetto allo scorso anno. Dobbiamo lavorare ancora su qualche piccolo dettaglio dopo il duro lavoro che abbiamo fatto questi giorni.  Abbiamo fatto più fatica per il gran caldo, era molto tempo che non trovavamo un clima simile, forse dalla Malesia dell'anno scorso. Senti il caldo che ti arriva dal motore e fino al petto, ma non è un dramma perché fisicamente mi sento finalmente bene. Nel quarto turno di prove libere abbiamo fatto anche una simulazione di gara, quindi mi sento molto bene per domani. Speriamo che non piova». «E' impossibile essere il più veloce in ogni circuito», ha detto Marc Marquez. «Noi abbiamo un buon ritmo, un buon passo, mi dispiace per la mia scivolata all'ultimo giro, il team aveva fatto un ottimo lavoro. Con la moto comunque ho un ottimo feeling. Valentino? In lotta per la vittoria ci sarà anche lui: bisogna guardare il quarto turno di libere, lì il nostro ritmo era serrato, ed è quello più indicativo per la gara di domani». «Il nostro team ha fatto un ottimo lavoro, l'anno scorso ero a sei decimi dalla pole», ha detto Tito Rabat, autore della pole in Moto2. «Mika (Kallio, ndr) e Vinales domani andranno molto forte. Io ho sempre provato a vincere qui, sul circuito di casa ma finora non ci sono mai riuscito. Domani ce la metteremo tutta. Dobbiamo ancora scegliere la gomma, dipenderà dalle condizioni meteo». «In qualifica ho fatto un ottimo giro verso la fine», ha detto Alex Marquez, poleman in Moto3. «Domani cercherò di vincere, rimanendo nelle prime posizioni fin dai primi giri. Al Mugello è stata una gara un po' folle ma qui il circuito è diverso e l'ultimo giro non dovrebbe essere così pazzo».

Fiammetta La Guidara