Andrea Dovizioso è arrivato in Germania, dove domenica si correrà il GP sulla pista del Sachsenring (guarda gli orari della TV). È reduce dal secondo posto di Assen, un risultato che lo stesso pilota definisce, “Inaspettato, perché sull’asciutto sarà difficile salire sul podio. I problemi sono sempre quelli, facciamo fatica a far girare la moto. Sappiamo che è così, è il nostro limite su tutte le piste. Finchè non riusciremo a migliorare questo non cambierà più di tanto anche se stringeremo i denti e cercheremo di fare ugualmente delle belle gare” Andrea è quarto in campionato.   ”Anche questo è qualcosa di non previsto, ma naturalmente mi fa piacere. Speriamo che continui cosi”. Il Sachsenring.   “ È una  pista difficile, particolare, ci sono tante curve a sinistra, dunque un consumo anomalo della curve”. Ma aldilà della gara per Dovizioso c’è un altro fatto contingente. Il contratto con la Ducati. Marquez, Rossi e Pedrosa hanno già concluso la pratica del rinnovo. “Ma lo hanno fatto con largo anticipo, una situazione anomala. In realtà la stagione è appena a metà, non c’è tutta questa fretta”. Dovizioso non ne parla apertamente, ma è cosa nota che la Suzuki lo abbia cercato. Come pure sta parlando con l’atro pilota della Ducati ufficiale, Cal Crutchlow. E in merito al contratto e all’eventuale rinnovo, Dovizioso è un po’ criptico. Sentite cosa ha detto nel paddock del Sachsenring. “L’esperienza con la Ducati sta andando bene, ma devo considerare anche le altre opzioni. Non siamo così vicini con Ducati da dire che sicuramente resterà con loro. Continueremo a discutere. Ripeto, ho anche altre opzioni da valutare”.