Al Sachsenring, Marc Marquez si è aggiudicato la vittoria della nona gara della MotoGP, il GP Germania. È stata una partenza di gara insolita, con la stragrande maggioranza dei piloti partiti dalla pit lane. Piove sulla pista del Sachsenring e la direzione corsa dichiara “gara bagnata”. I piloti vanno in pista con gomme rain per il giro di ricognizione. Ma dopo pochi minuti smette e il vento asciuga gradatamente la pista. Moltissimi i piloti rientrano ai box, scegliendo di partire  con le slick. Per loro, dunque partenza  dalla pit lane. 01-620x345 Stefan Bradl, che con pochi altri aveva scelto le slick fin da subito e dunque è partito dalla griglia, un momento di gloria. Ma Marquez non ci ha messo molto per raggiungerlo: al sesto giro lo ha passato e si è piazzato in testa. “Io ho copiato Rossi e Lorenzo - spiega alla fine il vincitore - loro hanno messo le rain, io pure. Poi loro sono tornati  ai box per le slick. E io anche”. Fa il modesto, dice di copiare i più vecchi, ma poi alla fine vince sempre lui. Nona gara e nono successo di Marquez: una sequenza del genere non si ralizzava dal 1970, con Giacomo Agostini. Marquez ha preceduto sul podio il suo compagno in Honda HRC, Dani Pedrosa, fresco di rinnovo di contratto. “È stata una gara difficile, con quella partenza dalla pit - spiega Dani - io poi  ero in seconda fila (non ci sono regole, con la partenza dalla pit: chi arriva primo davanti, parte davanti) ma poi la pista ha iniziato ad asciugare, ho preso Marc, ma lui ne aveva di più”. Sul podio, con il terzo posto, Jorge Lorenzo. “Non amo troppo questa pista - spiegava alla fine il maiorchino - qui non ho mai vinto, in nessuna categoria. Ma oggi ero deciso a fare una bella gara, dopo la delusione di Assen. È stato difficile soprattutto all’inizio, perché c’erano molte curve molto bagnate. Le Honda hanno qualche decimo in più”. Alle spalle di Lorenzo, il suo compagno in Yamaha Valentino Rossi (contratto appena rinnovato). Nel gruppo partito dalla pit lane, Rossi era dodicesimo al primo giro, ha concluso quarto, con un distacco di 8 secondi da Lorenzo. Quinto posto ( e miglior risultato in MotoGP) per Andrea Iannone (che  in settimana ha un appuntamento con i vertici Ducati per discutere il contratto). “ Un bel risultato - dice alla fine Andrea - ma dobbiamo lavorare per fare di più. All’inizio ho preso rischi, la pista dopo le curve  11 e 12 era bagnatissima”. Più lontana la prima Ducati ufficiale, con Andrea Dovizioso ottavo. Guarda i risultati gara Guarda la classifica di campionato IPF_mix_644x362-3 IPF_mix_644x362-4 IPF_mix_644x362-5 46rossi,gpalemania_yfr_editorial_use_pictures(3)_original IPF_mix_644x362-6 93marquez,gpalemania_ds-_s5d8062_original IPF_mix_644x362-1 IPF_mix_644x362-7 IPF_mix_644x362 93marquez,gpalemania_ds-_s5d2350_original 26pedrosa,93marquez,99lorenzo,gpalemania_ds-_s5d2515_original IPF_mix_644x362-8