Andrea Iannone ha concluso al quinto posto la gara della MotoGP in Germania. E ancora una volta è stato il migliore dei piloti con la Ducati. “Oggi le condizioni erano difficili, eppure sono riuscito a ottenere il mio miglior risultato da quando corro con la MotoGP. Dopo la curva 11, la pista era davvero bagnata, quindi con le slick e i freni in carbonio non era semplice. Comunque ho dato tutto, perché non volevo perdere contatto con le due Yamaha di Rossi e Lorenzo. E alla fine la strategia ha pagato”. Per il pilota del Team Pramac il bilancio di questa prima parte del campionato è positivo. “Ci sono gare nelle quali potevo fare di più, come Qatar, Jerez e la Francia. Ma nel complesso sono soddisfatto perché ho più punti dello scorso anno, sono migliorato e quest è la cosa più importante”. A questo punto ella stagione per Andrea è arrivato il momento di pensare al futuro. Iannone, che corre con la Ducati del Team Pramac, non ha mai nascosto il suo desiderio: salire su una moto ufficiale. La Ducati, certo, ma - ha detto - ho anche altre offerte. Mi ha cercato la Suzuki” In proposito, Paolo Ciabatti, direttore del progetto Ducati per la MotoGP, oggi dopo la gara del sachsenring “ Dove Iannone ha fatto una corsa bellissima” ha precisato che: “Andrea è un pilota che ci piace, abbiamo un’opzione su di lui per il prossimo anno, dunque sarà certamente un pilota Ducati. Vedremo nei prossimi giorni in quale squadra. Incontreremo lui e il suo manager al WDW di Misano (dal 18 al 20 luglio) e speriamo di potere annunciare presto che l’accordo è concluso”