Dopo il maltempo della prima giornata, i piloti del team Repsol Honda,  Marc Marquez e Dani Pedrosa hanno preso a Brno il primo contatto con la moto della prossima stagione. Trascorsa la maggior parte della mattinata ancora in sella alla loro attuale Honda RC213V, poco prima della pausa pranzo, Marc Marquez ha iniziato a testare il modello 2015. Dani Pedrosa lo ha imitato poco dopo ed entrambi sono poi rientrati ai box per fornire un primi feedback alle rispettive squadre e agli altri ingegneri HRC intervenuti al test di Brno. Entrambi hanno sia evidenziato gli aspetti positivi della nuova moto, e sia sottolineato quelle aree che necessitano di miglioramento. Queste linee guida saranno fondamentali per la prossima fase nello sviluppo del prototipo. In totale, Marquez ha completato 53 giri con la sua moto attuale (con la quale è incappato anche in una caduta)  e 20 giri  con il prototipo 2015; Pedrosa invece ha completato 41 giri con la moto nel 2014 e 16 con il nuovo prototipo. La tre-giorni di test si concluderà oggi, giovedi. «Il secondo giorno è andato abbastanza bene, anche se la pista non era migliorata più di tanto, quanto al grip», ha detto Marquez alla fine della sessione. «Quando stamattina ho cercato ancora il limite, ho sofferto un’altra caduta alla curva 5, perdendo aderenza con lo pneumatico anteriore. Abbiamo potuto testare la nuova moto e le prime impressioni sono piuttosto buone; ovviamente ci sono cose positive e altre da migliorare, ma la prima impressione è soddisfacente. Con la nuova moto ho girato sui tempi di quella attuale, quindi siamo molto felici». «Oggi abbiamo girato tanto, sempre con pista asciutta», ha aggiunto Pedrosa. «Il tempo ci ha permesso di effettuare un buon test oggi. L’asfalto non era ancora al massimo, ma abbiamo potuto macinare i primi chilometri con la nuova moto. E’ ancora acerba, ma le prime impressioni sono buone e abbiamo già in mente delle soluzioni con questo prototipo che proveremo ancora prima della fine dell'anno».