La pista di Indianapolis, dove si sta svolgendo il decimo GP della MotoGP 2014, a Valentino Rossi piace. Soprattutto dopo le modifiche. I recenti aggiornamenti al circuito di Indy hanno interessato per lo più la configurazione di alcune curve e i punti della staccata, col chiaro intento di favorire i sorpassi e quindi lo spettacolo. In particolare, le curve 3, 4, 7, 15 e 16 sono state modificate nel layout e anche la pavimentazione è stata completamente riasfaltata, andando a creare una nuova superficie uniforme. Paragonato al precedente tracciato, il nuovo è leggermente più corto (circa 50m in meno) ma sostanzialmente conserva le 16 curve, divise in 10 a sinistra e sei a destra. 4gn_5107_original “Il nuovo layout è buono - ha detto Valentino al termine dei primi due turni di prova. Miglior tempo nella FP1, il nove volte campione del mondo ha migliorato il suo tempo nella FP2, ma è solo nono nella classifica dei tempi. La sua preoccupazione, soprattutto in ottica gara, riguarda le gomme. “È difficile decidere. Sia la media che la più dura non sono male. La più soffice è un po’ più veloce, ma è difficile farla durare per l’intera gara. Insomma dobbiamo provare bene diverse soluzioni prima di decidere”.