A Indianapolis, c’erano quasi tutti i piloti della MotoGP alla “Colin Edwards Celebration”, una vera e propria festa di addio al pilota americano. Edwards infatti corre a Indy il suo ultimo GP negli USA, dopo aver annunciato proprio in occasione del primo GP Americano della stagione, in Texas, che questa sarebbe stata la sua ultima stagione. Anzi, comincia da dopo Indy una sorta di pre-pensionamento. Non correrà a Brno, tappa della MotoGP in Repubblica Ceca di scena la prossima settimana, il 17 agosto: sulla sua Yamaha Forwards salirà Alex De Angelis. Poi Edwards dovrebbe ripresentarsi solo per Silverstone, per l’addio al pubblico inglese, e al gran finale di Valencia. La “Celebration” pubblica che si è tenuta dopo le qualifiche di Indianapolis è stata molto commossa, ma anche divertente. Tra i più affettuosi con Colin, Valentino Rossi, che è stato suo compagno di squadra e con il quale c’è una bella amicizia. Colin Edwards, che alle prove di Indy si è presentato con una tuta modello mimetica militare, ha 40 anni. Dopo 2 titoli mondiali Superbike (2000 e nel 2002), è arrivato al Motomondiale nel 2003, correndo sempre e solo in MotoGP. IL suo miglior risultato è stato un quarto posto in campionato nel 2005, con la Yamaha. Ha vinto anche 3 volte la 8 ore di Suzuka nel 1996, 2001 e 2002 : nell’edizione del 2001 era in coppia con Valentino Rossi, che era in prima fila alla sua “Celabration”. Per quanto riguarda il suo futuro, Edwards ha siegato di volersi dedicare ai giovani, cercando di rilanciare il, motociclismo americano, tanto forte nel passato, mentre oggi vive un momento di crisi. A Brno, per dire, non ci sarà nemmeno un americano al via della MotoGP. 04_8gn_7695_original 05_8gn_7760_original 06_8gn_7785_original 01_8gn_7876_original 02_8gn_7823_original