Valentino Rossi ha sfoderato una grinta leonina sul tracciato di Indianapolis, siglando un'ottima partenza, undici tornate al comando e un terzo posto al traguardo. "Sono contento, i primi giri sono stati belli", ha commentato  Rossi. "Ho fatto una partenza alla Ron Haslam e ho goduto perché quando uno diventa vecchio bisogna che impara a partire sennò poi è difficile recuperare", ha scherzato Vale. "Ho fatto dei bei sorpassi, anzi chiedo scusa al Dovi, perché per passarlo l'ho buttato un po' largo però volevo stare davanti perché sapevo di essere più veloce nelle curve. Sono molto soddisfatto perché questa pista è difficile, era dal 2008 che non salivo sul podio qui. Nei primi giri al comando, Valentino è stato incalzato prima di Dovizioso, che ha avviato una serie di schermaglie, e poi da Marquez e Lorenzo "Giravo in 33'5 ma sentivo loro che mi si avvicinavano, ma non tanto, solo in certi punti", ha detto Rossi. "Poi Dovi mi ha passato e io ho cercato di ripassarlo subito. Poi Marquez mi ha passato, e lo sapevo. Poi è arrivato Jorge e oggi è stato più bravo, è riuscito a stare davanti. "So che per cercare di 'fregare' loro bisogna lavorare molto, e cercheremo di farlo nelle prossime gare", ha concluso Valentino. "Sul finale ho perso un po' nei cambi di direzione, un paio di volte ho sentito il chattering, perché abbiamo poco peso davanti, quindi facevo cambi più dolci. Peccato perché c'erano dei punti della pista in cui ero molto veloce".

Fiammetta La Guidara