Reduce dal settimo posto di Indianapolis, Andrea Dovizioso si prepara ad affrontare la prossima tappa della MotoGP, Brno, GP Repubblica ceca. “Brno è una pista bella e difficile - spiega il pilota forlivese - ma molto diversa da Indianapolis. Mi piace la sua configurazione ‘saliscendi’, anche se non è comunque una delle mie piste preferite”. Da Indianapolis, Dovizioso (così come Iannone) dispone di un motore evoluzione.   “Il tracciato ha parecchi rettilinei, e i cavalli non mancano alla mia Desmosedici GP14, dopo il debutto del nuovo motore a Indianapolis, quindi sono fiducioso e credo che anche qui potremo essere più vicini agli altri, come abbiamo già dimostrato a Indy.” Dovizioso è arrivato secondo a Brno nel 2011, e il suo compagno di squadra Cal Crutchlow terzo nel 2012. L’anno scorso Crutchlow ha anche ottenuto la sua seconda pole position in MotoGP proprio su questo circuito. Per l’inglese, queste sono le ultime gare che core in sella alla moto di Borgo Panigale: un rapporto iniziato quest’anno, ma mai realmente decollato. E che si risolverà alla fine del 2014, dopo Valencia. Crutchlow infatti, dopo che WDW, mega raduno Ducati a Misano, aveva giurato eterno amore ala Rossa, ha repentinamente cambiato idea. Rinunciando a far valere la sua opzione per il 2015 e scegliendo di passare alla Honda LCR. Corre dunque le sue ultime gare da... separato in casa. Dovizioso e Iannone, che l’anno prossimo prenderà il posto di Crutchlow nel team factory, a Indy avevano il motore evoluzione, l’inglese no. “Brno: è una delle mie piste preferite e quindi farò di tutto per ottenere un buon risultato”dice Crutchlow. Per la quinta volta in questa stagione, la gara di Brno vedrà la partecipazione di Michele Pirro, di nuovo in pista con la GP14 del Ducati Test Team.