A Phillip island, Cal Crutchlow ha concluso con il secondo tempo le qualifiche della MotoGP Australia. Dunque, partirà in prima fila, subito dietro il campione del mondo in qualifica (leggi QUI). “All’inizio del turno di qualifica, con qualche goccia di pioggia, abbiamo preso la decisione di spingere forte, ed ho ottenuto subito un buon crono. Poi ho cambiato le gomme e sono uscito nuovamente in pista riuscendo a segnare il mio miglior tempo!”. L’inglese  a fine anno lascerà la Ducati, per passare alla Honda del Team LCR dove farà coppia con Miller (leggi QUI). Insomma, Crutchlow ha deciso di non far valere l’opzione che gli permetteva di restare un’altra stagione in Ducati. E a Borgo Panigale non hanno fatto nulla di nulla per trattenerlo. Il rapporto era iniziato con ben altre prospetive, ma si è risolto in un unico podio (leggi QUI). “Il risultato di oggi non è casuale. Già da tre gare vado molto meglio, mi sento sempre più a mio agio su questa moto”. Dato che a fine stagione cambierà casacca, l’inglese non riceve gli aggiornamenti come invece capita a Andrea Dovizioso e ad Andrea iannone, che corre con un team satellite ma passerà ufficiale nel 2015. Pentito della decisione di andare via adesso? “Ho preso la decisione che mi sembrava giusta in quel momento, ma sono felice risultati di adesso. Per me ma anche  per la squadra, per i ragazzi che lavorano al box”. Quindi per domani quali prospettive? “Domani sarà difficile. La pista di Phillip Island costituisce sempre una bella sfida perché le condizioni possono cambiare ad ogni giro. La partenza alle quattro del pomeriggio (ora australiana, le 7 del mattino in Italia ndr) renderà le cose ancora più complicate perché la temperatura sarà sicuramente più fredda. Speriamo di poter utilizzare la gomma anteriore asimmetrica, e la stessa mescola degli altri piloti per la gomma posteriore.”