A Sepang, Malesia, Andrea Iannone si ferma. Non farà le qualifiche della MotoGP. Dopo la caduta nella FP2 del venerdì, Andrea è stato trattato con antidolorifici. “Non sarà facile ma ci proverò anche questa volta” aveva scritto il pilota del team Pramac sui social network. Invece poi ha dovuto cedere al dolore e tornare a casa. Andrea in FP2 è caduto dopo un contatto con Marquez (leggi QUI) che non ha avuto alcuna penalizzazione per questo (leggi QUI). Eppure per un identico episodio a Phillip Island, quando era stato invece Iannone a toccare Pedrosa, l’abruzzese si era beccato un punto sulla patente (leggi QUI). Dall’Australia, Andrea era tornato con un gran male all’anca, conseguenza della caduta, mentre a Sepang atterrando si è fatto male al braccio sinistro. “Ho provato, ma non avevo forza, non riesco a guidare così - ha spiegato il pilota di vasto - ora torno a casa, mi farò visitare. Ma spero che per Valencia non ci saranno problemi”. B0uP25FCMAA3Xav