A Sepang, Pol Espargarò è incappato in un  violento highside in FP3 (leggi QUI). Un piccolo pezzo di vetro si è conficcato nel radiatore della sua M1 provocando una perdita d’olio che gli è stata fatale. Infortunato a un piede, ha saltato  FP4 e Q2, cui avrebbe preso parte di diritto per essersi qualificato nei primi dieci al termine del terzo turno di libere. Pol non ha rinunciato all’idea di poter gareggiare, partendo dalla 12ª casella della griglia. Dovrà però avere l’ok dei medici, che valuteranno le sue condizioni fisiche domani mattina prima del Warm-Up. “Sono ancora dolorante dopo la brutta caduta, ma spero di esser in grado di scendere in pista. Ho visto Dovizioso e Redding che mi avvisavano di qualcosa che non andava nella parte posteriore della mia moto, ma non ho notato nulla di anomalo: la perdita era molto piccolo. Per questo ho continuato a guidare normalmente, la moto non aveva alcuna perdita di potenza in rettilineo, ma appena ho tirato il freno sono caduto alla prima curva, per via dell’olio scivolato sullo pneumatico posteriore.” “Se riuscissi a correre, proveró a utilizzare il Warm Up per regolare ulteriormente la moto, ma l’aspetto più difficile da affrontare sarà cambiare le marce. Dobbiamo dimenticare qual che è successo oggi. Non ho mai guidato in questa condizione, vedremo come mi riprenderó durante la notte.”