La gara della MotoGP Malesia non resterà nella storia della Ducati come una delle più felici. Andrea Dovizioso ha concluso ottavo, Cal Crutchlow si è dovuto ritirare (leggi QUI). Per non parlare di Andrea Iannone, che è tornato a casa sabato sera. Un contatto con Marquez nelle prove del venerdì, un braccio, il sinistro, KO e tante polemiche (leggi QUI). Dovizioso era scattato molto bene dalla seconda fila (quinto tempo leggi QUI), transitando in terza posizione alla fine del primo giro. Nel corso della tornata successiva il pilota italiano è stato superato da Marquez, ma ha mantenuto il quarto posto per quattordici giri, con un buon vantaggio su Bradl. Un problema alla sua Desmosedici lo ha obbligato successivamente a rallentare perdendo diverse posizioni, fino all’ottavo posto. “Tutte le volte che aprivo il gas il motore “borbottava”, aveva dei vuoti e quindi ho dovuto rallentare il mio ritmo. Spero che anche questo inconveniente ci possa servire come esperienza per migliorare le cose per il prossimo anno”. Note positive ci sono, però. “Sono però abbastanza contento di come stava andando la mia gara, perché sappiamo che i primi quattro piloti sono molto difficili da raggiungere in questo momento. Questo weekend abbiamo fatto un ottimo lavoro: abbiamo migliorato turno dopo turno per arrivare, a mio parere, al massimo che si può ottenere con questa moto. Soprattutto stavo tenendo un ritmo costante, ed era quello che mi interessava, perché su questa pista è molto difficile”. Crutchlow era partito dalla terza fila e si trovava in sesta posizione dietro a Bradl quando, nel corso del quinto giro, la sua GP14 si è spenta a causa di un problema elettrico, costringendo il pilota britannico (che a fine stagione lascerà la Ducati leggi QUI) al ritiro.   “Sono molto deluso, perché sentivo di aver veramente un buon passo per la gara. Dopo il warm-up di questa mattina sapevamo di avere un buon ritmo con la gomma completamente usata e quindi oggi ero convinto di poter lottare per la quarta posizione. Però le gare sono così: abbiamo avuto un problema elettrico e il motore si è spento. Adesso cercherò di archiviare subito questa delusione per concentrarmi sull’ultima gara di Valencia, dove darò il massimo per ottenere un buon risultato.”