Pol Espargarò non dovrà essere operato. Durante il terzo turno di prove libere della MotoGP Malesia, il pilota della Yamaha Tech 3  era incappato in una caduta spettacolare, con la moto finita a fuoco (guarda le foto QUI, e guarda il video QUI). Si è rotto un piede, ma non per questo ha rinunciato a prendere parte alla gara, che ha poi terminato al sesto posto (leggi QUI). Rientrato da Sepang, Espargarò si è recato all’ospedale Dexeus di Barcellona per un controllo sulle fratture. La prima radiografia eseguita direttamente in circuito, poco dopo la caduta, aveva rivelato l’interessamento del secondo metatarso del piede sinistro. “Abbiamo ripetuto radiografia a Barcellona, dopo che Pol ha disputato una gara epica, concludendo al sesto posto - ha detto il dottor Xavier Mir -  Ancora adesso non riesco a capire come abbia fatto a sopportare il dolore, ma abbiamo constatato che la frattura non si è mossa. È ancora nella posizione corretta e questo fa escludere ogni intervento chirurgico”. Il periodo di recupero previsto è di circa quattro settimane. A questo punto, il pilota di Granollers sarà sottoposto a una terapia per ridurre l’infiammazione nella zona interessata. Una nuova radiografia è prevista per mercoledì prossimo, prima della partenza alla volta di Valencia, ultimo appuntamento della stagione 2014 in cui lo spagnolo si gioco il sesto posto contro il fratello Aleix e il compagno di squadra Bradley Smith.