La Suzuki è pronta per il ritorno in MotoGP, che avverrà a Valencia, nella gara in programma domenica 9 novembre . Una wild card per il francese Randy De Puniet, pilota-collaudatore che ha sviluppato finora il prototipo ma che l’anno prossimo correrà in Superbike (leggi QUI). Pur continuando a collaudare la Suzuki. In gara però la porteranno Maverick Vinales e Aleix Espargarò. Il francese non sembra essersela presa più di tanto. “Mi sarebbe piaciuto far parte del team. Ma in Suzuki hanno guardato a un pilota emergente della Moto2 e Viñales è la scelta giusta in quest’ottica. Quanto ad Aleix, quest’anno è esploso. Giá nella passata stagione aveva fatto bene con le CRT. Se mi avessero lincenziato era un conto, ma a me non era stato promesso nulla. Hanno pensato alla miglior coppia per il biennio 2015-2016 e io rispetto la loro scelta.” Fino all’anno scorso De Puniet si era diviso tra il ruolo di tester  per la Suzuki e quello di pilota in MotoGP per il team Aspar, ma in questa stagione ha voluto focalizzarsi esclusivamente sullo sviluppo e prepararsi per un ritorno alle competizioni. “Sono felice di rientrare, mi mancavano le gare” dichiara De Puniet. “Sono emozionato all’idea, non ci poniamo obiettivi o risultati per il momento. So bene che sará dura prendere il ritmo alla fine della stagione. Ma non saró sotto pressione: qualunque cosa accada il mio futuro è giá scritto. Per me questa gara è un premio.”