Marc Marquez ha iniziato la stagione 2015 in gran forma. Ai primi test del 2015, Sepang 1, il campione in carica (da due stagioni) ha stampato un gran tempo, 1’58”8, nuovo record della pista malese. E Marquez è stato l’unico a scendere sotto l’1’59”. “Quando ho visto quel tempo è stato davvero un gran buon momento. Favorito anche da una serie di fattori. La pista era in condizioni eccellenti, come grip, perché non è mai piovuto durante i tre giorni e per questo c’era molta gomma sull’asfalto. Già con la gomma usata ho ottenuto 1’59”6, poi con la gomma nuova è venuto fuori questo gran giro. E pensare che non è stato così perfetto, perché ho sbagliato qualcosa in certi punti”. Com’è andata la prima simulazione di gara dell’anno? “È andata molto bene anche quella. Anche perché mentre giravo, pur cercando di restare veloce e costante, ho provato mappe diverse e ho cambiato delle regolazioni per verificare il rendimento della moto. Sono molto contento, ed ora aspetto il secondo test per capire davvero il livello. Eppure Marquez si dice non ancora completamente soddisfatto. “La moto mi piace, ma non è ancora come la vorrei io: possiamo migliorare tanto in uscita di curva. Questa volta abbiamo lavorato sull’inserimento, la prossima volta dovremo lavorare per l’uscita di curva e la fase di accelerazione. Questo è un punto su cui dobbiamo ancora fare progressi significativi. E poi bisogna cambiare un po’ il carattere del motore, ed è una cosa sulla quale stiamo già lavorando. La cosa positiva è che, con la moto nuova e quindi ancora da mettere bene a punto, siamo al livello del 2014. Significa che c’è il potenziale per migliorare ancora”. Le MotoGP torneranno in pista, sempre a Sepang, il 23 febbraio. L’anno scorso, Marquez aveva saltato iol secondo test della stagione 2014, perché si era infortunato allenandosi con la moto da dirt track. Ed è andata a finire... come sappiamo. “Certo, quest’anno va tutto molto meglio. Ma anche l’anno scorso sembrava che tutto andasse al massimo e invece... Non puoi mai sapere quello che ti aspetta, e questa è la verità. Puoi farti male quando meno te lo aspetti”.