Andrea Dovizioso non è mai stato così carico e ottimista. Domenica 29 marzo, in Qatar si correrà la prima gara della stagione (QUI gli orari TV) e le aspettative sulla Ducati sono alte. E legittime. Nei test in Qatar, gli ultimi prima dell’inizio della stagione, Dovizioso ha concluso con il miglior tempo (leggi QUI). E per i due giorni di prove (il terzo è andato perso per via della pioggia) i top rider di Honda e Yamaha hanno faticato a credere che i tempi di Dovizioso e Iannone fossero stati fatti con le gomme dure. Perché un conto è andare forte con le “soft”, quindi per un passaggio solo, un altro è usare le “dure” e quindi girare forte con costanza. È questo che ha fatto la Ducati: ogni volta che i piloti ufficiali sono scesi in pista, sono stati veloci. Dovizioso alla fine è stato il più veloce di tutti, relegando Marquez a due decimi. “Sono davvero molto soddisfatto del mio test in Qatar” ha spiegato Andrea Dovizioso. “Perchè sono stato veloce sia con le gomme nuove che con quelle usate. Parto per la stagione con ottimismo perchè la nuova GP15 è una moto decisamente migliore del modello precedente, e in Qatar si è adattata subito molto bene e quindi credo che in gara potremo far bene”. In Qatar una gara particolare: si corre in notturna. Sotto potenti riflettori. “Il circuito di Losail è molto particolare, ma io su questo tracciato sono sempre andato bene e quindi non vedo l’ora di scendere in pista per la prima gara.”  

La scheda di Andrea Dovizioso

Moto: Ducati Desmosedici GP15 Numero di gara: 04 Età: 29 (nato il 23 marzo 1986 a Forlimpopoli, Italia) Residenza: Forlì (Italia) Gare: 222 (124 x MotoGP, 49 x 250cc, 49 x 125cc) Primo GP: 2001 Gran Premio d’Italia (125cc) Vittorie: 10 (1 x MotoGP, 4 x 250cc, 5 x 125cc) Prima vittoria: 2004 Gran Premio di Sudafrica (125cc) Pole: 15 (2 x MotoGP, 4 x 250cc, 9 x 125cc) Prima Pole: 2003 Gran Premio di Francia (125cc) Titoli Mondiali: 1 (1 x 125cc)