Con una vittoria e tre secondi posti nelle prime quattro “manche” del Mondiale Superbike (guarda QUI gli orari TV) disputate, Leon Haslam  è diventato il principale avversario di Jonathan Rea (leggi QUI). Haslam è salito quest’anno sulla moto  campione del mondo SBK, l’Aprilia di Guintoli. Ora lo aspetta la terza tappa della stagione, la prima europea. Aragon, circuito spagnolo sul veloce e spettacolare. “La pausa è stata piuttosto lunga, adesso non vedo l’ora di tornare in pista - spiega Haslam. “Aragon è un circuito dove personalmente ho faticato nel passato, ma nel contempo qui le Aprilia sono sempre andate forte, e in più quest’anno utilizzeremo il tracciato dei GP che sembra migliore. Quindi spero proprio di correggere le mie personali statistiche!”. Restando in Casa Aprilia, dopo aver sfiorato il podio nelle gare thailandesi, Jordi Torres vuole sfruttare la sua gara “di casa” per continuare la sua crescita. Da debuttante nel Mondiale Superbike, lo spagnolo ha utilizzato le prime due gare per prendere le misure ad una moto per lui inedita, raccogliendo comunque risultati incoraggianti e mettendo in mostra una costante progressione. Il Motorland de Aragon, pista che Jordi conosce, potrebbe essere il luogo ideale per portare a podio la sua RSV4 RF. Jordi Torres: “Sono contento di correre la prima gara europea a casa mia, davanti ai miei tifosi spagnoli. Conosco il circuito di Aragon ma dovrò essere furbo a capire in fretta come va guidata una Superbike al Motorland, adattando velocemente i miei riferimenti. E’ una gara molto importante perché le caratteristiche del tracciato mi possono permettere di fare un ulteriore step nel mio stile di guida: ci sono curve strette, altre più ampie e cambi di direzione, la pista è lunga e molto complessa. Credo che lavorare bene su questa pista sarà un vantaggio per il resto del Campionato, siamo già a buon punto ma questo weekend sarà una sorta di esame per me e per il mio stile di guida”.

Guarda la fotogallery di Rea contro Haslam