da Losail, Luca Bologna La gara in Qatar è stata un successo per i piloti italiani e per Valentino Rossi che ha vinto la prima gara della stagione dopo un bel duello con Dovizioso. "Iniziare la stagione con una vittoria - ha detto Rossi - è certamente ottimo. La gara del Qatar è stata magnifica, l'avrò rivista in tv per una decina di volte, ma in moto, dalla mia Yamaha è tutta un'altra cosa. Il duello con Dovizioso è stato veramente bello ma qui sarà diverso. La pista del Qatar era molto adatta alle caratteristiche della nostra moto, ma qui in Texas sarebbe bello puntare almeno al podio".  Si tratta di una prudenza necessaria, vista il grande feeling tra Marc Marquez e la pista di Austin. Marquez, poi non potrà sbagliare la partenza due volte e questo Rossi lo sa. "Marc ha sempre fatto bene dalla prima volta che ha girato su questa pista che sembra fatta per lui e per la Honda. Noi rispetto allo scorso anno abbiamo una moto rivista che ha in più il cambio seamless in scalata e questo può darci qualcosa in più insieme alle gomme che Bridgestone ha portato, con mescole hard ed extra hard. Ma come sarà, lo potremo capire solo dai primi turni di prova". La Yamaha vorrebbe Rossi a Suzuka per la 8 ore, una possibilità aperta anche a Jorge Lorenzo. "Sarebbe bello poter fare la gara a Suzuka. In passato con la Honda la feci nel 2000 e nel 2001. Sarebbe bello che tanti piloti della MotoGP la facessero come accadeva negli anni ottanta e novanta. Ma stavolta credo che non andremo ne io ne Lorenzo. La gara è impegnativa perché bisogna andare più volte in Giappone. Poi c'è da considerare che anche se si corre nella pausa estiva è comunque una gara pericolosa e tornare alle gare del mondiale magari con un infortunio non sarebbe il massimo. Per quest'anno non ci sarò anche se mi piacerebbe vedere come va la nuova R1, ma chissà in futuro perché no. Con Lorenzo abbiamo parlato anche della 24 Ore di Le Mans da fare in macchina perché anche lui è un appassionato, ma secondo me faremmo meglio in moto".