"Combattere con Valentino è qualcosa di speciale per tutti e soprattutto per un italiano, ma noi stiamo combattendo là davanti contro tutti, perché abbiamo fatto due secondi posti con molta sostanza..." ha dichiarato Andrea Dovizioso dopo aver conquistato il secondo posto anche sul circuito di Austin, replicando la prestazione del debutto stagionale in Qatar. “Quella di oggi è stata una gara stupenda e la mia soddisfazione personale è molto grande perché qui ad Austin le gare sono sempre speciali: su questa pista devi giostrare tre elementi molto importanti come l’energia, le gomme e la velocità qualcosa che non succede negli altri circuiti", ha spiegato. E' stato un grosso lavoro di squadra... "Sono particolarmente contento del lavoro della mia squadra perché in una pista completamente diversa da Losail abbiamo confermato la competitività della GP15. Siamo partiti senza avere tanto feeling con il bagnato e siamo riusciti a migliorarci durante il weekend", ha confermato Dovizioso. "Quest’anno abbiamo già fatto due gare molto belle, però dobbiamo continuare a lavorare perché ci manca ancora qualche rifinitura in frenata e in trazione, piccoli miglioramenti che però faranno la differenza per poter lottare per le prime posizioni in tutte le piste". Qui però sembrava che in staccata la GP15 andasse meglio che a Losail. "Un pochettino meglio, ma ma sembrato così perché ero in lotta con Valentino, ma se lo fossi stato con Marquez si sarebbe visto molto di più", ha commentato Dovizioso. "Ci mancano pochi dettagli però, per essere competitivi in tutti i circuiti del mondiale". Dovizioso ha poi ingaggiato una entusiasmante battaglia con Rossi, che lo ha superato nel corso dell’ottavo giro, ma è rimasto sempre in contatto con il pilota pesarese ed è riuscito a ripassarlo al sedicesimo giro ed a controllare il suo vantaggio fino al traguardo. Grazie a questo secondo posto consecutivo, Dovizioso adesso è anche in seconda posizione nel campionato, ad un solo punto di distacco da Rossi. A proposito di Valentino, quando hai capito che potevi sorpassarlo? "A sette otto giri dalla fine ho visto che Valentino iniziava a bestemmiare un po' troppo con il davanti e allora appena mi sono detto 'Appena trovo il momento giusto vado davanti e tiro un po' il ritmo', perché sapevo che avrebbe fatto fatica".

Fiammetta La Guidara