La MotoGP corre in Argentina questo finesettimana, terza tappa della stagione (leggi QUI) gli orari della TV. Si tratta della 12ª visita in assoluto del Campionato del Mondo nel Paese sudamericano, la seconda consecutiva sul nuovo tracciato del Termas de Rio Hondo. Il primo GP d’Argentina si corse nel 1961 a Buenos Aires, tra l’altro prima gara in assoluto a disputarsi fuori dall’Europa. Reduce dalla vittoria con fuga solitaria in Texas (leggi QUI) Marc Marquez è il favorito anche in Argentina. Dove, peraltro ha vinto anche nel 2014. Per gli amanti delle statistiche, quella di Austin è stata la sua 20ª vittoria nella classe regina, eguagliando il traguardo del due volte Campione del Mondo 500 Freddie Spencer. Valentino Rossi arriva in Argentina da leader del mondiale, grazie al podio del Texas, dove ha terminato la gara oerdendo il testa a testa con Andrea Dovizioso. Terzo posto per il pesarese, che ha 1 solo punto di vantaggio su Dovizioso. La sfida tra i due italiani ha animato questa primissima parte di stagione! Dopo aver lottato per la vittoria nella gara inaugurale in Qatar, la nuova GP15 ha mostrato di poter essere competitiva anche su una pista completamente diversa come quella di Austin; il forlivese però l’anno scorso in Argentina rimediò solo un modesto 9° posto. Meglio andò invece al suo attuale compagno di squadra Andrea Iannone, che concluse sesto in sella alla Desmosedici del team Pramac Racing. Il pilota di Vasto, ora nel team ufficiale Ducati, ha tutte le carte in regola per poter migliorare ulteriormente. Neanche la bronchite ha fermato Jorge Lorenzo, alla fine 4º negli Stati Uniti: sicuramente il maiorchino si aspettava di più da se stesso, ma nonostante gli inconvenienti occorsogli in questi primi due round della stagione si trova a soli 15 punti dal suo team-mate.