Un giorno dopo la frattura del mignolo della mano sinistra e la conseguente immediata operazione (leggi QUI), Marc Marquez è tornato a farsi sentire. Poche parole, per ringraziare il medico che lo ha operato, il dottor Mir, all’Ospedale Universitario Quiron Dexeus a Barcellona, un medico ben conosciuto dai piloti della MotoGP e non solo dagli spagnoli. “Ancora una volta grazie al dottor Mir, non so che faremmo senza di lui!” ha scritto sul suo profilo Facebook il campione in carica. Nella foto, postata dallo stesso pilota, come vedete Marquez appare sorridente. In realtà è facile immaginare che l’umore del campione in carica non sia dei migliori. “C’è una frattura della falange prossimale - ha spiegato il dottore ai giornali spagnoli -  Pertanto, abbiamo deciso di trattare la lesione fissando una piastra di titanio per il dito. Questo ci permetterà di iniziare il recupero funzionale dopo 24 ore e di conseguenza la possibilità di farlo correre a Jerez”. Dunque, al momento l’ipotesi più probabile è che Marquez possa presentarsi a Jerez, per correre domenica 3 maggio, ma di sicuro le sue condizioni non gli permetteranno di essere al massimo della forma. Insomma, questa stagione è iniziata decisamente in salita per il campione del mondo in carica, la cui riconferma, al momento appare tuttìaltro che scontata. Reduce dalla caduta dell’Argentina (leggi QUI) indotto all’errore da Valentino Rossi, Marquez al momento è quinto in campionato, con 30 punti meno del capoclassifica, cioè Rossi. D’accordo che la stagione è appena cominciata, ma questo incidente complica le cose per lo spagnolo. Forse gli sarà di conforto pensare che lo scorso anno, Marc si era infortunato in allenamento, sempre con la moto da dirt track, aveva perso una parte del test precampionato, presentandosi in Qatar a pochi giorni dalla frattura al perone della gamba destra. Eppure sappiamo come è andata a finire. Il problema ora per la Honda è che anche Dani Pedrosa è stato operato da poco (sindrome compartimentale, leggi QUI) e che rischia di non presentarsi a Jerez (e comunque non sarebbe in piena forma). E ora che si fa?

Guarda la fotogallery di Rossi e Marquez al GP Argentina