Il GP di Spagna è stato avaro di soddisfazioni ai piloti del Ducati Team. Andrea Iannone ha infatti siglato soltanto il sesto posto finale, dopo aver conquistato il terzo posto in griglia di partenza. Proprio allo start, però, il pilota di Vasto ha commesso un errore: nei secondi che precedevano la partenza ha inserito per sbaglio la mappa da bagnato e la sua gara è stata quindi pregiudicata da una gestione elettronica non ottimale sulla sua Desmosedici GP15. "Sicuramente quella di oggi è stata una gara molto difficile perché ho fatto un errore che mi è costato molto caro e che dovevo assolutamente evitare", spiega Andrea Iannone. "Purtroppo in partenza ho inserito per errore la mappa da bagnato al posto del launch control, e quindi ho dovuto correre tutta la gara con la mappa sbagliata perché la procedura per poter tornare a quella da asciutto è molto complicata".  Nonostante questo handicap, il portacolori della Ducati ha fatto una buona gara: al primo giro era soltanto undicesimo, ma è riuscito a rimontare fino alla sesta posizione, chiudendo a quattro decimi da Pol Espargarò, quinto.
"Ho cercato di raccogliere il meglio che potevo in queste condizioni, ma sicuramente potevamo ottenere un risultato migliore qui a Jerez e mi dispiace molto per la mia squadra, che ha lavorato davvero bene questo weekend", dice Iannone amareggiato.
"Comunque le scuse servono a poco, e cercherò di far bene a partire da Le Mans per ripagare tutti i miei ragazzi e la Ducati con dei buoni risultati nelle prossime gare", conclude il pilota di Vasto, che comunque è stato bravo a non lasciarsi prendere dal nervosismo dopo l'errore commesso e ha conquistato punti utilissimi in ottica campionato.
Fiammetta La Guidara

Guarda la fotogallery