Quarto tempo nei test MotoGP di Jerez il lunedì dopo il GP (leggi QUI) Aleix Espargarò è soddisfatto. Il pilota della Suzuki aveva finito la gara della MotoGP in Spagna (leggi QUI) con un settimo tempo, lo stesso risultato dell’Argentina. Nel test ha concluso con un ritardo di 3 decimi dal più veloce (e vincitore del GP) Jorge Lorenzo. Al lunedì Espargarò ha testato un nuovo forcellone e ha lavorato sul suo pacchetto di elettronica, nel tentativo di migliorare la trazione sulla sua GSX-RR. “Abbiamo lavorato per migliorare la trazione e per capire meglio sia gli aspetti positivi che quelli negativi di quello che abbiamo testato - ha spiegato lo spagnolo. Al GP Jerez, Espargarò è stato l’unico a partire con la gomma morbida al posteriore. “Mi sono detto che probabilmente una gomma dura sarebbe stato meglio, ma l’aspetto positivo è che abbiamo migliorato molto il feeling con la trazione della moto”. Un test con molto materiale da provare. “Abbiamo testato sia un nuovo forcellone che diverse soluzioni di elettronica, raccogliendo un sacco di informazioni su ciò che funziona meglio e cosa è peggio”. La Suzuki è rientrata quest’anno a tempo pieno in MotoGP. “A questo punto ritengo che abbiamo un pacchetto molto competitivo, non è una ricerca di pura potenza ma di  sfruttare al meglio ciò che abbiamo a disposizione. Con i miei ingegneri abbiamo lavorato su alcune nuove idee e alla fine abbiamo trovato alcuni percorsi molto interessanti da seguire per il futuro. “  

Guarda la gallery del GP Jerez