Andrea Dovizioso e il suo compagno nel team Ducati MotoGP Andrea iannone (che si è infortunato, leggi QUI) hanno appena concluso due giorni di test al Mugello, in previsione del GP Italia, in programma il 31 maggio. 91 giri complessivi per il forlivese, il migliore in 1’47”8 (record del circuito: 1’47”639). “Sono molto contento di questo test, perché ci ha fatto capire meglio la Desmosedici GP15. Nei primi quattro GP di quest’anno abbiamo cercato sempre di migliorare la moto, ma è molto complicato farlo durante il weekend di gara. Invece avere un giorno e mezzo a disposizione, con condizioni meteo ideali, ti dà la tranquillità di poter lavorare al meglio”.  Dopo quattro GP, Dovizioso è secondo in campionato. È salito sul podio per tre volte, nelle prime tre gare, con altrettanti secondi posti. A Jerez si è piazzato nono. “Il test ci ha confermato che a Jerez non avevamo preso la strada giusta, e quindi abbiamo fatto alcune modifiche, abbiamo ritrovato il feeling e siamo tornati a essere molto veloci qui. Sicuramente abbiamo ancora margine per migliorare, ma abbiamo fatto comunque un buon lavoro e quindi andiamo a Le Mans molto fiduciosi”. Le news e foto ad alta risoluzione sono disponibili su: www.ducatipress.com Una caduta alla curva Arrabbiata 2, in cui il pilota di Vasto si è procurato una contusione alla spalla sinistra. Nel tardo pomeriggio il pilota di Vasto è stato visitato a Cattolica dal Dott. Giuseppe Porcellini che gli ha diagnosticato una sublussazione alla spalla sinistra. Iannone seguirà quindi nei prossimi tre giorni una terapia concordata con lo specialista, con l’obiettivo di essere regolarmente al via del GP di Francia a Le Mans.