Al GP di Germania, dopo una partenza in salita, Romano Fenati è stato protagonista di un’incredibile rincorsa e ha  sfiora il podio al fotofinish, chiudendo al 4°posto  al termine di una spettacolare sfida tutta italiana con Enea Bastianini, terzo, e Niccolò Antonelli, quinto. Partito dalla quarta fila, Fenati resta bloccato nel traffico e perde inizialmente terreno dal gruppo di testa. Il pilota ascolano, però, non perde mai di vista il gruppo dei primi e lotta fino alla fine per il podio, terminando in quarta posizione, superato in volata da Enea Bastianini di appena 26 millesimi. "E’ stata una gara molto positiva, considerati i problemi di setting avuti per tutto il weekend", ha detto Romano Fenati. "Anche questa volta, tutto il team ha dimostrato una grandissima professionalità riuscendo a trovare le soluzioni che hanno portato la nostra moto ad essere super competitiva in gara. "Peccato solo per la partenza, sono rimasto imbrigliato nel traffico e questo mi ha fatto perdere il contatto con i primissimi in fuga, ma non con il gruppo degli inseguitori. Da lì è partita la mia rimonta, sono riuscito a scalare una posizione dopo l’altra, lottando per il podio fino all’ultimo millesimo di secondo. Forse ho commesso un piccolo errore all’ultima curva, sono andato un po’ largo per cercare di arrivare davanti e questo ha permesso a Bastianini di precedermi davvero per un niente!" Con questo risultato, il terzo miglior stagionale dopo la vittoria a Le Mans e il terzo posto al Mugello,, il numero 5 del Team VR46 mantiene la quarta posizione in classifica generale, a soli tre punti dal portoghese Oliveira.