MotoGP Indy. Una gara con pochi sorpassi (ma spettacolari) ma con tanta strategia. A metà gara Lorenzo era virtualmente a -1 punto da Rossi, che a fine gara ha contenuto i danni (ha ancora 9 punti di vantaggio su Lorenzo). Perché Valentino ha vinto la battaglia con Pedrosa e Jorge ha perso quella con Marquez. Il risultato? Un Rossi contento del risultato finale ed un Lorenzo che, pur dichiarando di avere corso una delle migliori gare della sua carriera, non è riuscito a raggiungere l'obiettivo che si era posto. Marc Marquez (primo): "Durante le prove e nel warm up io ero in grado di girare più veloce di Jorge, che in gara ha dimostrato di avere fatto un passo avanti. Così all'inizio sono stato con lui e poi, nel finale, dato che avevo qualcosa in più, l'ho superato ed ho preso qualche metro di vantaggio per evitare di essere riattaccato. Ai test di Misano abbiamo fatto un bel lavoro ma qui a Indy vado molto forte, quindi il merito della moto ed anche mio. Abbiamo vinto ma le due Yamaha vanno molto forte: arriveranno circuiti in cui faticheremo. Sicuramente adesso la nostra moto scivola meno in inserimento di curva. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando per incrementare la stabilità in frenata, il nostro punto debole". Jorge Lorenzo (secondo): "Alla fine la mia gomma posteriore si era usurata molto, soprattutto sul lato destro. Ho utilizzato tutte le mie energie per scappare da Marquez, però lui era un paio di decimi più veloce di me. Marc ha corso insieme a me ed alla fine mi ha superato. Per fare il ritmo che tenuto in gara ho dovuto spingere tantissimo ma non era il mio ritmo. Ero molto al limite ma per fortuna la gomma che ho usato in gara era molto buona, a differenza di quella che avevo usato nel warm up, che era difettosa. Ho guadagnato quattro punti su Rossi, che non sono tanti. Sarebbe potuta andare meglio. Valentino di solito migliora in gara. Oggi non ha migliorato abbastanza per stare con me e Marc ma non ho approfittato abbastanza di questo. Però era difficile fare mdi più, perché questa è stata una delle mie migliori gare quest'anno e forse una delle mie migliori gare in MotoGP. Se la Honda non avesse migliorato, questa gara sarebbe stata nostra. Però la Honda ha migliorato...". Valentino Rossi (terzo): "Ho perso solo pochi punti da Jorge e va bene così. Sono partito dietro ed ho rimontato. Quando ho raggiunto Pedrosa l'ho passato, però lui non ha mollato ed alla fine la mia gara è stata su di lui. Sono contento perché ho perso solo 4 punti da Jorge e 9 da Marc. È stato cruciale battere Dani. Qui con la Yamaha bisognava restare piegati per più tempo rispetto alla Honda, che quindi consumava meno le gomme. Pertanto a fine gara non è stato facile superare Pedrosa. Sono rimasto sul trend dello scorso anno, quando avevo fatto terzo. Ora dobbiamo, anzi devo lavorare sulle prove. Perché se fossi partito più avanti avrei potuto dare più fastidio. Magari non avrei battuto Jorge e Marc ma gli sarei stato più vicino. Brno e Silverstone saranno due gare importantissime, fondamentali". Riccardo Piergentili