La gara di Alex De Angelis sul circuito di casa di Misano è finita prima del tempo. Scattato bene dall’ultima casella della griglia di partenza, aveva già recuperato molte posizioni quando la pioggia ha iniziato a bagnare l’asfalto. Saggiamente, De Angelis ha ritardato il suo ingresso nella pit lane cercando di guadagnare posizioni prima del suo rientro. Con questa strategia, De Angelis si era portato subito in quindicesima posizione in lotta con Yonny Hernandez per la quattordicesima piazza. Purtroppo la gara di Alex è finita prima del tempo a causa di una caduta di Yonny Hernandez la cui moto ha falciato l’incolpevole De Angelis. Nella caduta, Alex De angelis ha riportato un ematoma e una escoriazione all’anca destra. “Questa poteva essere una gara molto importante per noi", ha detto De Angelis. "Sono riuscito a partire bene inserendomi subito nel gruppo dei piloti davanti a me e quando è arrivata la pioggia ho fatto bene ad aspettare un giro prima di rientrare. Così facendo sono riuscito a guadagnare molte posizioni ma all’improvviso, dopo aver passato Hernandez ho sentito una gran botta e sono finito a terra. Nella caduta mi sono fatto male ad un’anca, fortunatamente non ho fratture ma solo tanto dolore". Il sanmarinese è giustamente deluso. "E’ veramente un peccato perché nelle condizioni nelle quali si è corso a Misano potevo fare una gara importante per me e per la squadra", dice De Angelis. "Nonostante la caduta sono comunque molto felice dell’occasione che Aprilia mi offre nel provare la loro moto, ringrazio loro e il Team per l’opportunità”. Per De Angelis il lavoro in pista a Misano, infatti, non si è concluso con il GP di San Marino, ma continua nella giornata di oggi con il test della Aprilia RS GP del Test Team. L’occasione di provare la MotoGP del marchio di Noale è una concessione di Aprilia Racing nei confronti del pilota del Team Iodaracing.