Jorge Lorenzo non entra nella polemica innescata da Valentino Rossi in Malesia. Il pilota di Maiorca è a soli undici punti di distacco da Rossi e si gioca con il compagno di squadra un mondiale molto importante, soprattutto per Rossi.  "A dire la verità - ha detto Lorenzo - io spero che sempre più piloti finiscano davanti a Valentino. Marquez mi ha aiutato? Sì, certo, quando ha vinto la gara. Qui a Sepang, spero si mettano in mezzo anche le Suzuki, le Ducati, Crutchlow, insomma che il maggior numero possibile di piloti si metta tra me e Rossi. Ma so già che la gara sarà dura. Sia io che Valentino siamo molto forti qui, anche se si corre in condizioni decisamente difficili che mettono in difficoltà dal punto di vista fisico".  Lorenzo, che ha ripreso molti punti durante la seconda parte della stagione, ha perso un po' di smalto nelle ultime gare. "Rispetto allo scorso anno ho lavorato molto di più dal punto di vista dell'allenamento. Sono più in forma ma nelle ultime gare ho un po' ceduto. Ora mi sono rimesso sotto e mi sto allenando bene. Quello che non mi manca è la concentrazione, da quel punto di vista va bene".  Sepang può essere una pista amica di Lorenzo? "Non è certamente una tra le mie preferite come possono essere Brno o Silverstone, ma è comunque una pista dove sono andato forte. quello che mi preoccupa è il caldo, con più di 20 giri da fare non sarà facile".

Luca Bologna