Ancora aggiornamenti sulla vicenda Rossi-Marquez dopo il contatto di Sepang. Questa volta a parlare è lo sponsor di Honda, la spagnola Repsol, che ha diffuso una nota che condanna il comportamento di Rossi, definendolo "antisportivo". "Al 7° giro della gara", si legge nella nota, "l'italiano in un'azione assolutamente intenzionale ha calciato in modo antisportivo il pilota Repsol Honda facendolo cadere in terra. Anche se Marquez è fortunatamente uscito illeso, per Repsol il comportamento di Rossi è assolutamente inaccettabile perché ha messo in pericolo in modo premeditato e antisportivo la sicurezza del pilota del team Repsol Honda. La Repsol considera questo un atto antisportivo incompatibile con i valori dello sport e della competizione". La Repsol lancia a chiare lettere anche un altro messaggio: "Repsol è profondamente rattristata da situazioni come quelle che si sono verificate a Sepang, perché la società si sente orgogliosa dei valori sportivi come il cameratismo, l'agonismo e l'impegno dei piloti. Senza questi valori, non avrebbe senso per Repsol partecipare allo sport come sponsor". E non finisce qui: "Repsol chiede anche una regolamentazione chiara ed efficace nell'interesse della sicurezza e dell'integrità fisica dei piloti" , e chiede che si puniscano "in modo chiaro e deciso" i comportamenti come quello visto a Sepang.