Il 2015 ha visto il ritorno nel Campionato del Mondo MotoGP di Aprilia e, sin dall’inizio, la casa di Noale aveva pianificato la partenza del suo anno zero dai primi test del prototipo 2016. In molti avevano previsto il debutto della nuova moto il primo febbraio a Sepang ma la scuderia ha scelto un test privato. Sia Alvaro Bautista (nella foto), sia Stefan Bradl saranno presenti sul circuito malese ma in sella alla moto dell’anno scorso. Un lavoro comunque utile per raccogliere i dati da sviluppare sulla versione RS-GP 2016 che sarà provata poi dai due portacolori Gresini in un test privato al Losail. I due piloti si uniranno al resto del paddock e prenderanno parte ai test con la nuova moto solamente in Australia. Il programma di Aprilia prevede come tappa finale del lavoro pre-campionato l’ultima sessione di test in Qatar prima del grande inizio il 20 marzo sul circuito in notturna. Un programma rivisto per la scuderia italiana ma che potrebbe essere un vantaggio visto il doppio lavoro in due occasioni distinte a Losail. Inoltre, nella stagione 2016, Aprilia beneficerà per regolamento di nove motori con sviluppo illimitato. Tali concessioni permetteranno al costruttore veneto di lavorare sulla moto tutto l’anno tentando di aumentare la sua competitività. Il lavoro dietro le quinte di Aprilia è stato svolto da Mike Di Meglio. Il francese è sceso più volte in pista per provare l'elettronica e le gomme. Di recente, il 17 e il 18 gennaio, il campione 125cc del 2008 è stato a Valencia per lavorare sulla nuova centralina Magneti Marelli e il 10 e l’11 febbraio prenderà parte a un secondo test al MotorLand di Aragon; proprio qui è previsto un primo shakedown della nuova moto.