Fa un certo effetto vederlo nuovamente vestito di rosso: e chissà che non sia davvero soltanto per il suo ruolo di tester in Ducati. Questa mattina Casey Stoner ha fatto il suo ingresso nel box della "Rossa" a Sepang e sembrava di essere tornati indietro nel tempo, a quella stagione memorabile e gloriosa che fu il 2007, quando il giovanissimo australiano sorprese il mondo regalando l'iride nella classe regina alla Casa di Borgo Panigale. Sono passati quattro anni dall'annuncio del suo ritiro. Ma Casey è ancora giovane: ha soltanto 30 anni e in questi giorni sta prendendo confidenza con la GP16, nei test privati che precedono quelli ufficiali che partiranno lunedì. Con lui c'è anche il nostro Michele Pirro, da tempo collaudatore Ducati MotoGP. Secondo alcune indiscrezioni Casey Stoner non escluderebbe la partecipazione a una o più wild card durante la stagione. Intanto l’ingegner Gigi Dall’Igna è nel box a sorvegliare l'andamento dei test. Quest'anno Ducati è presente in forma importante, con otto piloti, di cui due ufficiali - Dovizioso e Iannone -, ma al momento l'attenzione di tutti sembra essere focalizzata su di lui: sul quel talento australiano che ha già dimostrato di realizzare sogni mondiali con la Ducati. E proprio lui viene considerato fondamentale per mettere a punto la moto che prenderà il via nella stagione che è alle porte. E chissà che non torni davvero anche in griglia di partenza... Fiammetta La Guidara