di Riccardo Piergentili Ieri, nel primo giorni di test MotoGP, a Phillip Island, Danilo Petrucci aveva messo in mostra per l'ennesima volta le sue doti di guida sull'asfalto umido, sul quale il pilota ternano aveva ottenuto il miglior tempo. Oggi, con la pista asciutta, Petrucci ha ammesso di avere commesso un errore nelle scelte della messa a punto, trovando le soluzioni ai problemi solo al termine della giornata. Domani, se il meteo consentirà ai piloti di guidare sull'asciutto, Petrucci dovrà dimostrare quanto di buono ha fatto vedere nei test di Sepang e durante il primo giorno di test a Phillip Island. "Oggi è stata una giornata un po' difficile - ha detto Petrucci - ma dobbiamo vedere il lato positivo perché il distacco dai primi non è ampio anche se ci siamo arrivati solo alla fine. Abbiamo usato poche gomme perchè non eravamo a posto e non avrebbe avuto senso cercare il tempo. Credo di aver sbagliato strada nelle indicazioni che ho dato ai tecnici e solo alla fine ho capito dove potevo migliorare. La cosa importante è che ci siamo arrivati e per domani credo di avere margine per migliorare. Credo di poter recuperare, anche perchè questa (quattordicesimo, ndr) non è la posizione dove voglio stare. Ho avuto poco tempo per girare con questo ritmo ma sono certo che sia la strada giusta. Sono sicuro di poter stare molto più comodamente nei primi dieci. Ho capito gli errori che ho fatto e domani non li ripeterò". Twitter: @Hokutonoken_79